EventiUltime News

Tutto quello che c’è da sapere sulla parata dell’orgoglio gay a Roma

Il prossimo 15 giugno la Capitale d’Italia tornerà a riempirsi di colore per un Pride che si annuncia gigantesco, con un manifesto politico ricco di rivendicazioni ed orgoglio. Scopri il percorso, gli appuntamenti gli ospiti e tante altre curiosità di questa edizione.

30 anni di Roma Pride – Il percorso


Roma festeggia 30 anni di Roma Pride, 30 anni di lotte per i diritti civili fondamentali: l
a manifestazione LGBTQ di Roma abbraccia tutte le lotte, propone un’alternativa di una società inclusiva, moderna e liberale. 

La parata dell’orgoglio gay partirà alle ore 15 da piazza della Repubblica, scenderà per Via Cavour, Via Merulana, Via Labicana, costeggerà Piazza del Colosseo ed arriverà a Piazza di Porta Capena e in Via delle Terme di Caracalla, dove sul palco della Pride Croisette si terranno i discorsi conclusivi.

Tutti gli appuntamenti del pride a Roma

Dove e quando si incontrerà la comunità LGBTQ+? La Pride Croisette è cominciata il 1° giugno alle terme di Caracalla con la partecipazione di Patty Pravo e la presenza del sindaco Roberto Gualtieri, per poi andare avanti tutti i giorni dalle 18.00 alle 2 di notte, fino al 15 giugno, con oltre 70 eventi.


Concerti, spettacoli teatrali con artisti di rilevanza nazionale e non, proiezioni cinematografiche, conferenze su tematiche legate all’attualità e volte alla sensibilizzazione di temi sociali.

 

Arrivati a sabato 15 giugno 2024 Il Gay Pride di Roma prevede un’impressionante sfilata di carri colorati, DJ e ballerini, che viaggerà da Piazza della Repubblica fino a Piazza Venezia e al Foro Romano, passando per monumenti famosi in tutto il mondo, tra cui il Colosseo. Proprio a due passi da Suburra 1930, il nostro locale in zona Monti dove poterti prendere una pausa dalla lunga passeggiata.

L’after party ufficiale dell’orgoglio di Roma è ospitato dal festival rock internazionale “Rock a Roma”, un “Queer Woodstock” con più di 50 artisti diversi. L’evento è ospitato all’Ippodromo Capannelle un’arena per concerti all’aperto, una festa a 30 minuti di auto dai bar gay vicino al Colosseo.


Gli Ospiti del Roma Pride

Gli altri protagonisti delle due settimane sono Vladimir Luxuria, Syria, Serena Bortone, Fabio Canino, Valentina Persia e anche leader politici come Elly Schlein, Riccardo Magi e Nicola Fratoianni. Saranno presenti anche le maggiori organizzazioni romane di clubbing: dal Muccassassina a Poppe, Latte Fresco, Alterego, Kalispera, Staycalma e altre ancora, per far ballare i presenti fino a notte fonda.

 

La madrina del corteo Pride di Roma

Annalisa madrina 2024 dell’orgoglio LGBTQ+ a Roma. Dopo Elodie (madrina nel 2022) e Paola e Chiara (madrine nel 2023), toccherà ad Annalisa fare da madrina del Roma Pride 2024. La cantante ligure sarà presente alla Grande Parata della Capitale sabato 15 giugno. Il suo brano “Sinceramente“, che si è classificato al quarto porto all’ultimo Festival di Sanremo, sarà l’inno della manifestazione.


Mario Colamarino, portavoce del Roma Pride afferma che il suo apporto e il suo impegno civile per la parità dei diritti daranno un importante valore aggiunto alla manifestazione LGBTQ+ di Roma. 

Sono onorata di poter dare il mio contributo in questa giornata così importante. Celebrare insieme i 30 anni del Roma Pride sarà speciale e soprattutto un’occasione unica per attirare l’attenzione ancora una volta sui diritti della comunità Lgbtq+ e di tutti. Quindi grazie immensamente per questo invito che mi emoziona e riempie di orgoglio come poche cose al mondo” ha detto Annalisa. 


Arte e Pride 

Semplicemente bellissima la locandina ufficiale del Roma Pride che grazie al Comune sarà visibile anche nella cartellonistica stradale della città, realizzata da Santiago Oliveros, artista e illustratore colombiano che lavora sotto lo pseudonimo di “SakoAsko”. I colori del Pride sono i colori dell’arcobaleno, della primavera romana e della pace.

 

Dove mangiare vicino al Festival Gay Pride di Roma

Suburra 1930 a Monti è il ristorante nel centro di Roma pronto ad accogliere questo grande evento.
Suburra 1930 è il ristorante vicino al Colosseo al fianco dei sostenitori dei diritti civili.
Anche per quest’anno Suburra 1930 a Monti si schiera a favore del Gay Pride per una società più giusta ed equa.
Ti aspettiamo a pranzo, per l’aperitivo o a cena a Suburra 1930 per festeggiare insieme questa giornata.

Prenota ora il tuo tavolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment